Skip to content

La Volkswagen nel Tennessee: “Fatevi un sindacato”

14/02/2014

Washington. È previsto per la notte tra venerdì e sabato lo spoglio delle schede in una elezione piccola nei numeri ma dal significato che potrebbe rivelarsi addirittura storico. I 1.570 operai della fabbrica della Volkswagen a Chattanooga, in Tennessee, stanno votando questa settimana se organizzarsi o meno sotto l’egida del United Auto Workers (Uaw), il sindacato principale del settore automobilistico americano.Un’eventuale decisione affermativa farebbe di questo stabilimento il primo di proprietà straniera a sindacalizzarsi in tutto il sud degli Stati Uniti. E per una volta, le dirigenze aziendali non si stanno battendo contro questa possibilità, anzi sembrano auspicarla, giacché permetterebbe loro di importare in questo paese il modello corporativo tedesco.

Date le leggi americane sul lavoro, la sindacalizzazione è il primo passo obbligatorio per formare a Chattanooga il cosiddetto Works Council, quel consiglio di fabbrica così popolare in Germania. Questo consesso di dirigenti, impiegati e operai, eletti da tutti i dipendenti, decide democraticamente come gestire un impianto, dai turni alle condizioni lavorative all’uso dei lavoratori temporanei.«I consigli di fabbrica si sono dimostrati particolarmente efficaci durante la crisi, all’inizio della quale il Pil tedesco ha subito una grossa contrazione – dice Thomas Geoghegan, avvocato del lavoro e autore di numerosi libri e articoli su questioni sindacali – Ma i lavoratori non sono stati mandati a casa, perché i consigli di fabbrica hanno escogitato soluzioni alternative, riorganizzando gli stabilimenti». Ad esempio riducendo le ore lavorative di tutta la forza lavoro anziché licenziarne una parte.

Gli impianti di mezzo mondo della Volkswagen, a eccezione di quelli in Cina e per ora negli Stati Uniti, sono già gestiti dai consigli di fabbrica. Lo stabilimento di Chattanooga è il solo che opera in assenza di un sindacato e per il gruppo tedesco è l’occasione per trapiantare anche qui un sistema ben testato altrove e che si è dimostrato molto efficiente e più democratico. Mentre per Uaw si tratta dell’opportunità, più unica che rara, di mettere piede nel sud degli Stati Uniti, dove leggi e clima politico rendono molto difficile la sindacalizzazione delle fabbriche.Per arrivare a questo risultato, la casa automobilistica tedesca e il sindacato americano hanno dovuto raggiungere un compromesso storico.

Volkswagen ha dato il proprio ok al voto sulla sindacalizzazione della fabbrica in Tennessee, poiché negli Stati Uniti il Works Council può essere costituito solo in presenza di un sindacato. Per parte sua, Uaw ha firmato un accordo che stabilisce che, nel caso di vittoria questa settimana, accetterà immediatamente di…Prosegue su Pagina99

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...