Skip to content

Usa, l’autobiografia non è più alla fine

17/04/2013

Da Washington

Quella dell’autobiografia è ormai una tappa decisiva nel percorso professionale dei grandi personaggi pubblici americani. Non più riservata solo ai pensionati — che non vogliono essere dimenticati e, avendo il tempo di ripensare al proprio passato, decidono di raccontarlo al mondo intero — ma aperta ora a tutti gli interessati, in qualsiasi momento della carriera.

David Axelrod. (Getty Images/Paul Morigi)

AUTOBIOGRAFIA, DA EPILOGO A TAPPA DELLA CARRIERA. È così diventato uno strumento particolarmente utile a quei politici, consulenti e burocrati che si ritrovano in una delicata fase di passaggio tra un ruolo e l’altro, o che si prendono una pausa di riflessione prima di tornare a lanciarsi nell’arena politica. Non sono da meno alcune delle maggiori figure che hanno accompagnato il Presidente Barack Obama durante la sua ascesa alla Casa Bianca e ne hanno progettato le proposte politiche nel primo mandato.
AXELROD PRONTO A SCRIVERE LA SUA STORIA.Arriva questa settimana, ad esempio, l’annuncio da parte diPenguin Press dell’accordo raggiunto con David Axelrod per la pubblicazione delle sue memorie. Axelrod, prima giovanereporter al Chicago Tribune, poi consulente politico in proprio, consigliere di Bill Clinton, stratega elettorale dal tocco magico di Obama e, infine, suo advisor personale negli ultimi quattro anni, ha commentato la notizia così: «Dal giorno in cui, bambino di cinque anni già stregato, mi ritrovai seduto su una buchetta delle lettere a osservare John F. Kennedy che ispirava e sfidava i miei vicini, fino all’ultimo emozionante raduno della carriera politica di Barack Obama, ho intrapreso un viaggio straordinario, ricco di grande storia e personaggi indimenticabili».
PRENDERE UNA PAUSA SENZA FARSI DIMENTICARE. Oggi Axelrod è tornato a Chicago, alla propria società di consulenza, avendo deciso, dopo aver aiutato il presidente a essere rieletto l’anno scorso, che quella sarebbe stata la sua ultima campagna in presa diretta. La pubblicazione della sua autobiografia è prevista per l’autunno del 2014, giusto in tempo per evitare di finire nel dimenticatoio di una macchina politica, quella a stelle e strisce, che viaggia a velocità supersonica e non si ferma certo a aspettare chi è sceso un attimo.

IN ARRIVO IL LIBRO DI GEITHNER SULLA CRISI.Atteso sempre per l’anno prossimo anche un libro a firma di Timothy Geithner, ex segretario al Tesoro. Il volume, che sarà pubblicato da Crown Books (un’edizione di Random House), tratterà della crisi finanziaria esplosa nel 2008 e con cui Geithner, che fu a capo della Federal Reserve Bank of New York prima di assumere il comando del Tesoro, ha dovuto confrontarsi per gran parte della propria carriera. Per Geithner, sarà questa l’occasione di raccontare la storia, già coperta da altri libri degni di nota (come ad esempio «Too Big to Fail» di Andrew Ross Sorkin e «The Big Short» di Michael Lewis), dal proprio punto di vista, condendola con retroscena cui in pochi hanno avuto accesso.

L’EX-MINISTRO IN LIZZA PER LA FED. Riguardo al futuro, Geithner si dice determinato a lasciarsi alle spalle la vita politica e la capitale Washington, tant’è che ha già venduto la propria casa di Bethesda, un ricco sobborgo oltre confine in Maryland. Si parla di un suo ritorno al settore privato, e le generose offerte di lavoro di banche commerciali e di investimento non mancheranno certo. Ma l’ex segretario al Tesoro rimane anche in lizza per sostituire Ben Bernanke alla Federal Reserve una volta che questo avrà concluso il proprio secondo mandato nel gennaio 2014. Geithner giura di non essere interessato, ma, per non sbagliare, intanto scrive un libro a tema finanziario che gli consenta di fare parte del dibattito politico nazionale ancora per un po’.

Prosegue su LetteraPolitica

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...