Skip to content

Convention Usa, show elettorale

28/08/2012

da Washington

Mitt Romney, candidato repubblicano in pectore alla Casa Bianca.(© Getty Images) Mitt Romney, candidato repubblicano in pectore alla Casa Bianca.

I residenti, almeno chi se lo può permettere, hanno già iniziato a scappare. Tutti gli altri – 4.300 delegati repubblicani, 15 mila giornalisti accreditati e altri 50 mila tra organizzatori, volontari, dimostranti e curiosi – si preparano a invadere la città di Tampa, nel Sud della Florida.
A causa del tifone Isaac, però, il convegno nazionale del Grand old party, che si tiene ogni quattro anni in occasione delle elezioni presidenziali, per nominare ufficialmente il candidato del Partito repubblicano alla Casa Bianca inizia martedì 28 agosto e non lunedì 27 come era stato programmato.
I REPUBBLICANI SI VEDONO A TAMPA. L’evento è di proporzioni storiche per Tampa, che non ne ha mai ospitati di simili (quello che vi si avvicina di più è il Super bowl, la finale del campionato di football americano). Per complicare ulteriormente le cose, c’è la tempesta tropicale in viaggio attraverso i Caraibi e diretta verso la costa meridionale della Florida che potrebbe trasformarsi in uragano.
DEMOCRATICI, RIUNIONE A CHARLOTTE. Anche nel 2012 insomma al grande carnevale delle convention di fine estate non mancherà proprio nulla. Neanche a Charlotte, in North Carolina, dove la prima settimana di settembre è fissato l’appuntamento dei democratici.
La tradizione delle convention risale al 1831 e fu inaugurata dal Partito anti-massonico, la cui unica missione era eliminare la massoneria. I democratici ripresero l’idea nel 1832 e i repubblicani nel 1856.

Il nuovo sistema di elezioni primarie è ancora recente

I lavori a Tampa in vista della convention del Partito repubblicano che inizia lunedì 27 agosto.(© Getty Images) I lavori a Tampa in vista della convention del Partito repubblicano che inizia lunedì 27 agosto.

Per circa un secolo, queste riunioni di partito hanno rivestito un ruolo importante non solo a livello simbolico ma anche pratico.
Il sistema odierno delle primarie, infatti, è relativamente giovane e, a lungo, i candidati alla presidenza e alla vicepresidenza statunitense erano decisi dai delegati presenti alle convention (i delegati non sono che sostenitori, attivisti e membri del partito scelti localmente e poi mandati a rappresentare i propri distretti a livello nazionale).
LA PIÙ LUNGA A NEW YORK NEL 1924.Le cose non andavano sempre lisce. Più tornate di voto erano spesso necessarie prima che un candidato emergesse chiaramente sui rivali. Il massimo della suspense lo si raggiunse alla convention democratica che si tenne a New York nel 1924: durante 16 giorni di lavoro – il record – furono necessarie 103 votazioni prima di accordarsi sulla nomina di John Davies (che poi perse contro il presidente repubblicano in carica Calvin Coolidge).
CONVENTION SENZA PIÙ SUSPANCE. Le convention ruotano ancora intorno all’elezione del candidato alla presidenza. Ma si tratta di una formalità giacché, a questo punto della stagione elettorale, i delegati sono obbligati a sostenere l’uno o l’altro politico in lizza secondo i risultati delle primarie avvenute nei vari Stati.
Così per esempio, Mitt Romney è destinato a essere ufficialmente incoronato pretendente repubblicano alla Casa Bianca solo nel giorno di chiusura del meeting di Tampa, anche se si sa già dalla primavera che sarebbe stato lui a rappresentare il Gop nelle elezioni di novembre.

Il grande circolo politico inaugura il rush finale per il voto

Spogliate di contenuti, le convention si sono quindi trasformate negli anni in un grande circo politico, in cui la base e la leadership dei partiti si riuniscono per conoscersi, dibattere le priorità politiche, e presentarsi al resto del Paese, che, fino a questo punto, si è interessato ben poco alla questione delle elezioni.
Si tratta insomma di colorati spot elettorali con cui sia i democratici sia i repubblicani sperano di lanciare nel modo migliore il rush finale verso il voto di novembre.

Prosegue su Lettera43

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...