Skip to content

Altro che Sicilia, negli Usa si fallisce

25/07/2012

 

San Bernardino è la terza città della California a dichiarare bancarotta dalla fine di giugno.Mentre in Italia implodono le finanze della Sicilia, negli Stati Uniti la città di San Bernardino, poco più di 100 chilometri a Est di Los Angeles, è stata la terza municipalità californiana a dichiarare bancarotta dalla fine di giugno.

A fronte di un deficit di quasi 46 milioni di dollari per l’anno fiscale in corso, il Consiglio comunale della località di circa 200 mila abitanti ha dichiarato lo stato di emergenza e ha fatto domanda immediata per le protezioni finanziarie offerte dal cosiddetto Chapter 9 del codice fallimentare americano. Si tratta di un meccanismo simile al più famoso Chapter 11 che si applica agli enti municipali anziché alle aziende.

COL CHAPTER 9 SI RISANANO LE FINANZE. Chapter 9 è una forma di amministrazione controllata, o parziale commissariamento, che protegge il debitore nel caso di insolvenza. Lo scopo della procedura è risanare le finanze delle municipalità in questione senza liquidarne il patrimonio. Agli enti in crisi (che devono dimostrare di aver esaurito ogni riserva e di non essere più in grado di pagare i costi di gestione quotidiana, dagli stipendi dei dipendenti alle bollette della luce) è dato il tempo di rinegoziare i termini dei debiti contratti in passato, per esempio ottenendo sconti sui tassi di interesse, una diminuzione del valore attuale dei prestiti o un’estensione della loro durata. Non solo: i creditori perdono il diritto di fare causa per ottenere i pagamenti a loro dovuti.

L’OBIETTIVO È PROTEGGERE CHI FALLISCE. Inoltre, la municipalità fallimentare ha margini maggiori per ritrattare i contratti sindacali firmati con i dipendenti pubblici in periodi di abbondanza, per esempio diminuendo stipendi e pensioni.
Mentre una municipalità si trova in regime di Chapter 9, che può durare da qualche mese a qualche anno, il consiglio di rappresentanti eletti dai cittadini continua a dirigerne le attività quotidiane, ma con un bilancio approvato e gestito da un giudice incaricato dal tribunale federale di riferimento.
Insomma, il sistema serve a proteggere chi fallisce – e non solo i creditori – per dare all’azienda, all’ente (e persino alle persone fisiche) l’opportunità di ripartire e ricominciare da zero.

Prosegue su Lettera43

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...