Skip to content

Il colpo di coda sulla riforma sanitaria del giudice capo John Roberts

29/06/2012

Sulla decisione della Corte Suprema a proposito della riforma sanitaria del Presidente Barack Obama. Da LetteraPolitica:

Washington D.C.– L’anno giudiziario americano finisce con il botto. Giovedì mattina, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha dichiarato la riforma sanitaria del Presidente Barack Obama pienamente costituzionale, dando il proprio ok all’implementazione della legge, per altro già cominciata e che dovrebbe essere completata nel 2014. Un’impresa storica per il presidente, sfuggita in passato anche a Bill Clinton e Richard Nixon. E una decisione in parte sorprendente da parte della Corte, giacché, durante le udienze, cinque dei nove giudici, i conservatori Clarence Thomas, Antonin Scalia e Samuel Alito, l’indipendente Anthony Kennedy e il capo John Roberts, erano apparsi poco convinti delle argomentazioni del governo a sostegno della legge.

UNA DECISIONE A SORPRESA. Alla fine, però, ha prevalso il buon senso. John Roberts ha messo da parte le proprie convinzioni personali (fu nominano dal Presidente George W. Bush ed è, politicamente, di area di centrodestra) e ha votato assieme ai liberal della Corte, Ruth Ginsburg, Stephen Breyer, Sonya Sotomayor e Elena Kagan, a favore di “Obamacare”. Kennedy, invece, che si pensava avrebbe seguito l’esempio di Roberts, ha scelto di rimanere nella minoranza di giudici dissenzienti.

LA SVOLTA DEL GIUDICE CAPO ROBERTS.Questo inatteso riallineamento da parte della Corte è forse l’aspetto più interessante dell’intera vicenda. E la decisione di Roberts, presa evidentemente anche con la volontà di preservare la legittimità dell’istituzione Corte Suprema da lui presieduta, rappresenta una boccata d’aria fresca per un sistema di governo, quello americano ma non solo, sempre più soffocato da lotte ideologiche che impediscono ai partecipanti di raggiungere, o anche solo immaginare, alcun compromesso sui contenuti.

Per continuare a leggere, cliccate su questo link.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...