Skip to content

Immigrati senza permesso di soggiorno nel mirino dell’Amministrazione Obama

03/04/2012

Arrestati oltre 3100 immigrati clandestini sospettati di reati nell'operazione Cross CheckSin dall’insediamento alla Casa Bianca, l’Amministrazione Obama ha scelto un approccio duro all’immigrazione clandestina, in particolare nei confronti degli stranieri che, presenti sul territorio statunitense senza visti o permessi di soggiorno, si macchiano poi di reati.

Lunedì, l’agenzia governativa per l’immigrazione e il controllo delle frontiere ha annunciato che una operazione durata sei giorni e soprannominata Cross Check ha condotto all’arresto di 3186 stranieri che vivono negli Stati Uniti illegalmente. Tra costoro, 1.477 erano già finiti nelle mani della giustizia americana, accusati di omicidio, rapimento e altri crimini violenti.

Ma altri 698 sono colpevoli solo di non aver lasciato il paese dopo aver ricevuto un ordine di deportazione. Altri ancora avevano sulla spalle solo infrazioni minori.

Gli attivisti che difendono i diritti dei circa 12 milioni di immigrati clandestini che, si calcola, si trovano oggi negli Stati Uniti, sono preoccupati che la strategia dei grandi raid alla Cross Check finisca per intrappolare non solo i criminali, ma anche immigrati senza documenti che non sono però colpevoli di altri reati o perlomeno non di reati gravi.

Negli ultimi tre anni, l’Amministrazione ha deportato circa 1 milione di persone, un record assoluto.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...