Skip to content

L’abbandono di Jon Huntsman

16/01/2012

Oggi a Myrtle Beach, South Carolina, l’ex governatore dello Utah Jon Huntsman annuncerà l’intenzione di lasciare le primarie del GOP e ufficializzerà il proprio sostegno per il rivale Mitt Romney.

La campagna di Huntsman, che era sembrata promettente all’inizio, in realtà non è mai decollata ed era ormai già previsto che l’ex Ambasciatore americano in Cina avrebbe dovuto prenderne atto a un certo punto e ritirarsi.

Il tempismo della decisione di Huntsman è però un po’ sorprendente. Lascia, infatti, dopo il proprio risultato elettorale migliore (in New Hampshire), qualche giorno prima del voto in South Carolina, a cui comunque si era già preparato, e alla vigilia di due dibattiti televisivi (uno su Fox News questa sera alle 21 e uno previsto per giovedì sera su CNN), che tradizionalmente offrono ai candidati uno spazio gratuito per farsi vedere e parlare delle proprie proposte.

Per un candidato il cui problema maggiore fin qui è stato quello di farsi conoscere dagli elettori repubblicani, e che ha senz’altro ambizioni oltre questa campagna elettorale (c’è chi dice per le presidenziali 2016 e chi mormora che Huntsman miri al ruolo di segretario di Stato), quella di rinunciare a un’altra settimana di apparizioni pubbliche sostanzialmente gratis o pre-pagate appare come una scelta un po’ autolesionista.

Le indiscrezioni che arrivano dai consulenti della campagna di Huntsman danno due ragioni chiave: in primo luogo, l’ex governatore dello Utah aveva sperato che il risultato del New Hampshire lo aiutasse a risalire nei sondaggi in South Carolina, in modo da competere per il secondo/terzo posto, cosa che invece non è successa. Senza speranze di fare bene nel Palmetto State e con problemi di raccolta fondi, Huntsman avrebbe dunque pensato bene che era tempo di finirla.

L’altra spiegazione che viene data in queste ore è che, consapevole di rubare voti a Romney (si tratta degli unici due candidati che hanno almeno provato a ottenere il sostegno dei moderati/indipendenti), Huntsman abbia deciso di giocare di squadra e si sia tolto dai piedi, sperando magari che Romney, dovesse essere eletto presidente, se ne ricordi e ricambi il favore.

Annunci
2 commenti leave one →
  1. 16/01/2012 09:28

    Ho sentito dire che Huntsman aveva pure ricevuto l’endorsement del più grande giornale della Carolina del Sud, è vero? La cosa renderebbe il tutto ancora più sorprendente. Nella seconda ipotesi che hai ventilato non mi sorprenderebbe se avesse già un accordo in tasca in caso di elezione di Romney.

  2. Valentina Pasquali permalink
    16/01/2012 19:02

    È verissimo. Il giornale si chiama The State, e ha annunciato l’endorsement di Huntsman proprio ieri, ore prima che lui decidesse per il ritiro…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...