Skip to content

A voi la scelta: in prigione o in chiesa!

27/09/2011

Da questa settimana, la piccola cittadina di Bay Minette in Alabama offre ai condannati per crimini non violenti la possibilità di scegliere se andare in prigione oppure frequentare assiduamente una chiesa a propria scelta (una volta la settimana per un anno, sotto la supervisione del prete e del dipartimento di polizia).

L’iniziativa fa parte dell’operazione “Restore Our Community” o ROC.

Secondo il capo della polizia di Bay Minette, Mike Rowland, questo programma farà risparmiare al comune i 75 dollari al giorno necessari a mantenere un carcerato in prigione. “Mostrami poi un individuo che ha scoperto l’amore di Gesù e ti presenterò una persona che non rappresenta più un problema per la società”, ha dichiarato poi Rowland.

Per il direttore esecutivo dell’American Civil Liberties Union (ACLU) in Alabama, Olivia Turner, si tratta di una politica patentemente incostituzionale. “Viola uno dei principi base della Costituzione”, ha dichiarato Turner al Mobile Press-Register, “ovvero che il governo non può forzare nessuno a partecipare a attività religiose”.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...