Skip to content

Washington rimane divisa sulla questione tasse

19/09/2011

Il Presidente Obama ha annunciato lunedì dal Rose Garden della Casa Bianca i dettagli del proprio piano per la riduzione del deficit, che mira a un ammontare target di oltre 3 mila miliardi di dollari in dieci anni. La proposta del presidente si compone di un misto di tagli alla spesa pubblica, soprattutto nei settori della difesa (inclusa la riduzione dei costi che seguirà automaticamente al progressivo ritiro delle truppe americane dall’Afghanistan e dall’Iraq) e della sanità, che subirebbe tagli più limitati e strategici, e un aumento del carico fiscale per gli americani più ricchi (per un totale di circa 1,5 mila miliardi di dollari in entrate aggiuntive), in quella che Obama ha soprannominato la “Regola Buffett”, dal nome del finanziere ultra-miliardario Warren Buffett, il quale di recente si è trasformato nel difensore della classe media con un editoriale sul New York Times in cui lamentava il fatto di pagare aliquote fiscali inferiori a quelle a cui è soggetta la propria segretaria.

Verrebbe escluso dai tagli il sistema pensionistico di Social Security. Questi altri cinque punti, interessanti anche se meno importanti, contenuti nel piano della Casa Bianca.

Il presidente, che è apparso determinato a difendere la propria iniziativa, combattivo e pronto alla scontro con i repubblicani (segno di un cambiamento di rotta dopo mesi di assidua ricerca del compromesso e dell’inizio della campagna elettorale per le presidenziali 2012, che richiede una nuova retorica più incisiva), ha promesso che apporrà il veto a qualsiasi testo di legge venga approvato dal Congresso che si limiti a tagliare la spesa pubblica senza aumentare contemporaneamente le tasse. 

I candidati repubblicani che si stanno battendo per la nomination del GOP hanno tutti attaccato il piano di Obama come “lotta di classe” e come incompetente, sostenendo che si tratta (per via della proposta di aumentare il carico fiscale) di una ulteriore minaccia per l’occupazione in questo periodo di crisi.

Reazioni negative anche da parte dei repubblicani alla Camera, incluso lo Speaker John Boehner. Il che fa presumere che la proposta della Casa Bianca non sarà in grado di ottenere l’approvazione del Congresso nella forma attuale.

Questo il video del discorso di Obama e a questo link il testo integrale:

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...