Skip to content

Pena di morte e Rick Perry, amore a prima vista

24/08/2011

Rick Perry, oggi candidato alla nomination del GOP per il 2012, è il governatore americano che ha presieduto al numero maggiore di esecuzioni capitali nella storia moderna del paese.

Nei suoi undici anni da governatore del Texas, sono stati mandati a morte, nello stato, 234 carcerati (il numero è in constante aumento). In questo periodo di tempo Perry ha contribuito a rafforzare la già famosa passione del Texas per la pena di morte mettendo il veto a una proposta di legge che avrebbe esonerato i ritardati mentali e criticando fortemente una decisione della Corte Suprema che ha stabilito che i minori non possono essere condannati alla pena capitale. Fin qui, Perry ha convertito la pena di un solo condannato a morte texano.

In Texas è ancora in corso un’inchiesta sul ruolo di Perry nell’esecuzione, nel 2004, di Cameron Todd Willingham, che molti sostengono avrebbe dovuto essere sospesa, almeno temporaneamente, quando alcuni esperti hanno cominciato a insistere che le prove che avevano portato alla sua condanna fossero in realtà viziate.

Questo un bellissimo pezzo del New Yorker (dal 2009) sulla vicenda di Willingham.

Di recente, il Texas si è trovato al centro dell’ennesima controversia sulla pena di morte quando ha deciso di procedere con l’esecuzione, in apparente violazione di leggi che regolano la diplomazia internazionale, Humberto Leal Garcia, un cittadino messicano.

La pena di morte negli Stati Uniti rimane un tema molto dibattuto, ma generalmente accettato dalla maggioranza degli elettori. Non c’è dubbio però che il record straordinario di Perry farà parte della conversazione sulle presidenziali 2012.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...