Skip to content

In Wisconsin i repubblicani sopravvivono un altro giorno

10/08/2011

Nonostante i sondaggi che danno il Partito Repubblicano ai minimi storici di approvazione, le elezioni speciali tenutesi in Wisconsin ieri per il Senato statale non sono andate poi così bene per i democratici.

Per ricapitolare, l’insediamento del governatore repubblicano Scott Walker a gennaio e le sue politiche fiscali ultra-conservatrici (in particolare l’attacco ai sindacati del settore pubblico) hanno rienergizzato la base democratica dello stato. In primavera, gli attivisti sono riusciti a raccogliere un numero sufficiente di firme a costringere a un voto anticipato (cosidetto “recall”) sei senatori del GOP.

Il voto, tenutosi ieri, ha visto la vittoria di soli due democratici, numero che consente ai repubblicani di mantenere la maggioranza (i democratici avrebbero dovuto battere almeno tre repubblicani).

Questa un’analisi del voto in Wisconsin da Nate Silver, su cosa significa per le elezioni del novembre 2012 (dei sei distretti in ballo in Wisconsin, cinque sono da considerarsi tipicamente “swing”).

Intanto sono stati pubblicati martedì i risultati di un sondaggio condotto da Gallup, che in qualche maniera aiuta a spiegare anche il voto del Wisconsin. Nonostante gli americani si dicano desiderosi di vedere gli “incumbent”, ovvero deputati e senatori oggi in carica, sconfitti nella prossima tornata elettorale (solo il 24% dell’elettorato pensa che una maggioranza di membri del Congresso meriti di essere rieletta), pare che questo non valga però per i rappresentati di riferimento, quelli che provengono dal proprio distretto, a cui il 54% si dichiara fedele. Come sempre i problemi sono in casa altrui.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...