Skip to content

Weinergate

06/06/2011

Continuano gli scandali di natura sessuale per i politici americani, dopo, fra gli altri, quello del figlio illegittimo di Arnold Schwarzenegger e quello della fotografia a torso nudo costata la carriera all’ex onorevole repubblicano Chris Lee.

Wiener con la moglie Huma Abedin

È questa la volta di Anthony Weiner, uno dei più popolari deputati democratici, eletto nello stato di New York.

La settimana scorsa, una fotografia compromettente di un paio di boxer su un organo decisamente eretto era stata inviata via Twitter dall’account di Weiner, il cui cognome in America indica anche un tipo di salsiccia tedesca (vi lascio immaginare i doppi sensi). Dopo aver prontamente cancellato il messaggio, l’onorevole aveva negato di essere responsabile dell’accaduto, dichiarando che l’episodio si era verificato dopo l’attacco di un hacker sul proprio profilo.

Al di là di questa iniziale linea di difesa, che avrebbe potuto essere plausibile, Weiner si è da subito mostrato reticente nel rispondere alle domande dei giornalisti. In particolare, l’onorevole pareva non voler chiarire se la foto in questione fosse della propria zona genitale o meno (una parziale confessione del fatto che avrebbe, almeno in teoria, potuto esserlo).

Dopo una settimana di gossip e dinieghi, Weiner è apparso lunedì in conferenza stampa per confessare di essere stato proprio lui l’artefice dell’invio. “La foto era mia e l’ho spedita io”, ha dichiarato un Weiner con le lacrime agli occhi. Naturalmente, l’onorevole era convinto di aver mandato la foto, a una giovane studentessa universitaria che lo seguiva su Twitter, in forma di messaggio privato, quando invece l’aveva distribuita a tutti i propri “follower”.

Nella propria confessione in diretta televisiva (in basso il video della dichiarazione di apertura), Weiner ha ammesso di aver condotto scambi elettronici simili, e relazioni a sfondo sessuale (ma esclusivamente virtuali) con sei donne in tutto, nel corso degli ultimi tre anni, compresa anche la ventiseienne Meagan Broussard che nei giorni scorsi aveva inviato materiale compromettente al network ABC. Weiner e la moglie Huma Abedin, un alto ufficiale del dipartimento di Stato di Hillary Clinton, avrebbero festeggiato il primo anniversario di nozze il prossimo luglio. La loro cerimonia nuziale era stata celebrata dall’ex presidente Bill Clinton. Weiner ha dichiarato che la coppia non ha intenzione di separarsi, e di non aver in programma di dimettersi.

Nancy Pelosi, capo della minoranza democratica alla Camera, e Steve Israel, capo del Democratic Congressional Campaign Committee, hanno entrambi dichiarato la propria delusione rispetto all’accaduto e hanno invitato la Commissione sull’Etica della Camera a aprire un’inchiesta sul comportamento di Wiener.

Naturalmente la vicenda Weiner coincide anche con l’annuncio che finirà in tribunale l’ex candidato democratico alla presidenza John Edwards, che avrebbe diretto fondi ricevuti per la propria campagna elettorale al fine di nascondere l’identità della propria amante, Rielle Hunter, e del loro figlio illegittimo. Edwards sostiene invece che si trattasse semplicemente di doni a lui offerti privatamente da alcuni sostenitori per evitare che la notizia della sua relazione extra-matrimoniale impensierisse la moglie allora malata di cancro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...