Skip to content

Il meglio dei candidati repubblicani alla Camera

25/10/2010

Se volete farvi due risate, cliccate su questo link per visitare uno slideshow creato dal webmagazine Salon.com, dove ci vengono presentati i dieci candidati repubblicani alle midterm di quest’anno che, se eletti, diventerebbero i deputati più imbarazzanti del paese.

In ordine di apparizione:

  • Jesse Kelly (Arizona, 8th District), che non si vergogna del sostegno ricevuto, grazie alle proprie proposte politiche in tema di immigrazione, da un’organizzazione politica come Americans for Legal Immigration PAC (ALIPAC), descritta da altri colleghi repubblicani, quale ad esempio John McCain, come finanziata e gestita da gruppi anti-semiti e neo-nazisti
  • Allen West (Florida, 22nd District), che contribuisce ogni mese a un webmagazine per motociclisti chiamato Wheels on the Road, in cui non si sprecano le volgarità, gli attacchi semi-pornografici alle donne, e in cui gli altri autori si firmano con nomignoli quali Nasty, Phantom, Old Hippy, Doob and Mad Matt.
  • Tom Ganley (Ohio, 13th District), il quale è accusato di stupro da una giovane donna che appartiene alla sezione locale del Tea Party e che si definisce conservatrice e cristiana evangelica, quindi in accordo con le posizioni politiche di Ganley (la cui difesa sostiene che la donna starebbe mentendo per soldi).
  • Renee Ellmers (North Carolina, 2nd District), che si è lanciata a capofitto nella campagna per impedire la costruzione di una moschea e centro di cultura islamica nei pressi di Ground Zero a New York City, distinguendosi per uno spot televisivo in cui termini come “musulmani” e “terroristi” venivano alternati a mo’ di sinonimi.
  • Jeff Perry (Massachusetts, 10th District), un ex-poliziotto che fu presente, il 22 maggio 1991, quando il collega Scott Flanagan decise di perquisire una quattordicenne fermata per possesso di droga “infilando le mani nelle calzamaglie della ragazza” e più tardi domandandole di mostrare il seno. Perry, che tra i due era il supervisore, decise di non intervenire né allora né in seguito.
  • Brad Zaun (Iowa, 3rd District), che, all’inizio del millennio, avrebbe a lungo perseguitato una ex-fidanzata che lo aveva piantato, con telefonate, visite non annunciate alla residenza della donna, insulti, fino a convincere la polizia a invitarlo a lasciare in pace la propria ex.
  • Austin Scott (Georgia, 8th District), che ha proposto di obbligare tutti i disoccupati che ricevono un sussidio governativo a sottoporsi a un test che verifichi la presenza o meno di droga nel sangue. Coloro che venissero trovati positivi a un qualche stupefacente verrebbero privati, nel piano di Scott, del suddetto sussidio.
  • Scott DesJarlais (Tennessee, 4th District), accusato dalla ex-moglie Susan di averle usato violenza nel periodo precedente il divorzio, incluso un colpo di pistola sparato contro la porta della camera da letto dove la donna si era rifugiata. DsJarlais avrebbe inoltre minacciato il suicidio puntandosi la medesima pistola in bocca per oltre tre ore.
  • Ilario Pantano (North Carolina, 7th District), ex-marine che avrebbe ucciso almeno due civili durante un soggiorno in Iraq e che ora fa dell’opposizione alla costruzione del centro culturale musulmano vicino Ground Zero il punto forte della sua campagna elettorale.
  • Ben Quayle (Arizona, 3rd District), figlio dell’ex vice-presidente Dan Quayle, che ha chiamato Barack Obama “il peggior presidente della storia” e che avrebbe a lungo contribuito, sotto pseudonimo, a un sito web a sfondo pesantemente sessuale.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...