Skip to content

A ciascuno il proprio spot elettorale

14/10/2010

L’approccio scelto dai vari candidati democratici alle midterm di quest’anno è dei più variegati, soprattutto quando si tratta di decidere se presentarsi come vicini o lontani alla presidenza di Barack Obama. Qui due esempi di scelte radicalmente opposte fatte da quelli che sono, in fin dei conti, colleghi di partito.

Nello spot elettorale qui in basso, Jim Marshall, democratico della Georgia in corsa per la rielezione alla Camera, sceglie di tracciare una linea netta fra le proprie posizioni ultra-moderate e la leadership democratica. Dipingendo San Francisco come una mecca di hippy anni ’70, Marshall insiste che la Georgia è molto lontana dalla California, così come le proprie posizioni sono lontane dal quelle di Nancy Pelosi, Presidente della Camera. Marshall ricorda agli elettori del proprio distretto di aver votato il 65% delle volte in linea con il Partito Repubblicano, anziché il proprio partito di appartenenza:

Scegliendo una strategia completamente opposta, e forse più rischiosa in questo anno elettorale così difficile per il Partito Democratico, l’Onorevole Scott Murphy, democratico dello Stato di New York in corsa per la propria rielezione, ha lanciato uno spot televisivo in cui difende, apertamente, la riforma sanitaria voluta dal Presidente Obama e usa la promessa repubblicana di volerla abolire in caso di vittoria come minaccia ai suoi elettori:

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...