Skip to content

Bush o non Bush?

08/09/2010

Ormai certi di dover affrontare un difficile turno elettorale nelle midterm di novembre, i democratici, a partire proprio dal Presidente Obama, stanno puntando su una strategia che, almeno a prima vista, potrebbe sembrare obsoleta: le ragioni della crisi economica, sostengono i candidati dell’asinello, vanno tutt’ora ricercate nelle politiche implementate durante l’Amministrazione Bush, nonostante siano passati ormai quasi due anni da quando l’ex-presidente George W. Bush ha lasciato la Casa Bianca.

Che questa interpretazione sia vera o meno, quello che conta per il futuro del partito del Presidente Obama è che sia convincente per gli elettori americani.

Come nota il New York Times, una serie di dati collezionati durante recenti sondaggi condotti a proposito dell’umore politico della nazione parrebbe, da un lato, dare ragione ai democratici. Un rilevamento statistico condotto da NBC News/Wall Street Journal mostra che gli americani continuano a pensare all’ex-presidente Bush in termini piuttosto negativi, con solo il 30 percento degli intervistati che dichiara di approvare del lavoro svolto durante il suo governo (il 46 percento, invece, si dice soddisfatto del lavoro svolto fin qui da Obama).

Inoltre, il 60% degli intervistati nel più recente sondaggio di ABC News/Washington Post continua a ritenere l’Amministrazione Bush, e in particolare la filosofia di mancata regolamentazione dei mercati finanziari sostenuta in quegli anni, responsabile per le condizioni attuali dell’economia.

L’unico dato negativo, per i democratici, è che, pur rimanendo molto critici rispetto a Bush, gli americani sembrano convinti che, se rieletti, i repubblicani sceglierebbero di andare in una direzione diversa dal passato, e dunque in pochi si dicono preoccupati che gli errori dell’era Bush possano essere ripetuti di nuovo.

Secondo NBC/Wall Street Journal, il 58% degli elettori si dice convinto che, se i repubblicani dovessero riconquistare la maggioranza al Congresso, ofrirebbero una piattaforma di nuove idee su come contrastare la crisi economica.

Anche se gli errori dell’era Bush non sono ancora stati dimenticati dal popolo americano, convincere gli elettori dell’equazione Bush=Partito Repubblicano non è più così semplice per i democratici.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...